Monumenti e Arte di Chieti

La Cattedrale

Costruita sulle rovine di un tempio pagano, fu rifatta per la prima volta nel IX secolo. Successivamente venne rimaneggiata nei secoli XIV e XVI e rinnovata nel secolo XVIII. Il campanile è del 1337. L'interno della chiesa è a tre navate con cupola e transetto. Vi si possono ammirare: nel la seconda cappella un crocifìsso ligneo di pregiata fattura di Niccolo teutonico (un tedesco) del 1498; nella terza cappella, una natività del chietino Nicola De Laurentiis; in fondo una fonte battesimale del 1599: nella cappella dell'Addolorata un paliotto in marmo del XVII secolo; un Missale miniato del XV sec. detto Missale Borgia essendo appartenuto a Papa Alessandro VI; un calice d'argento dorato del XV sec. Interessante ìa cripta sottostante al transetto dèIl'XI sec.;in essa. nella cappella absidale si trovano i resti di S. Giustino Vescovo, protettore di Chieti: un busto in argento del Santo opera originaria di Nicola da Guardiagrele del 1455, successivamente rifatta; affresco rappresen tante il Crocifìsso di Antonio Solar'o del XV secolo. Adiacente alla cripta si trova la cappella del Monte dei Morti, ammir.'ita per i suoi stucchi dorati del secolo XVIII.

Il Palazzo Municipale

Costruito nel 1517, -ra successivamente rimaneggiato. Tra l'altro vi si trovano una tavola della Madonna del Suffragio del XV secolo attribuita a Cola dell'Amatrice. due tavole cuspidate ritenuts d'arte umbra della maniera dell'Alunno del secolo XV ed una tavola rappresentante Duns Scoto attribuita all'aquilano Saturnino Gatti, bozzetti di Nicola De Laurentiis e di Valerico Lancetti.

Chiesa di S. Francesco

Costruita nel 1239 sui ruderi dell'antica chiesa di S. Lorenzo e successivamente rifatta. Vi si trovano una statua lignea Vergine col Bambino del XV sec.. le statue lignee di S. Antonio di Padova e di San Francesco del secolo XVII. un pergamo ligneo del secolo XVIII ed un quadro ad olio di scuola tizianesca raffigurante la Vergine e San Marco Evangelista.

Palazzo Vescovile

Cn torre del 1470. Palazzo Martinetti-Bianchi già collegio dei Gesuiti, sede della Soprinten tenza ai Musei e Scavi di Antichità degli Abruzzi.

Palazzo vescovile di Chieti

Palazzo del Governo

Contenente affreschi dei secoli XIV, XV e XVI, quadri di Valerico Lancetti e Basilio Cascella del 1804 ed un pastello di F.P. Michetti.

Chiesa di S. Domenico

Già di S. Anna costruita nel sec. XVII. Vi sono con servati un quadro S. Pompilio Maria Pirotti che ammaestra dei fanciulli di Tommaso Cascella, un quadro del pittore Giacinto Diana del secolo XVI1!, un quadro della Madonna del Rosario del cav. Vaccaro del 1679.

Tempietti Romani

Consistenti in due piani distinti. Si ritiene ch'essi risalgono al I e III sec. dopo Cristo. Nella parte basilare vi sono resti di una costruzione italica probabilmente del IV e del V sec. avanti Cristo. Nei tem pietti si possono ammirare numerosi cimeli archeologici scoperti a Chieti e in
lutto il Teatino.

Tempietti Romani di Chieti

Chiesa di S. Giovanni dei Cappuccini

Del 1586 con altari lignei del secolo XVIII e quadri di scuola romana, veneziana e bolognese dei secoli XVII e XVIII.

Chiesa di S. Chiara

Ricostruita nel 1165 è una delle chiese più interessanti della città. Contiene, tra l'altro, un quadro ad olio attribuito a Salvator Rosa ed un grande pannello del pittore chietino Raffaele Del Ponte raffigurante l'Assunzione della Vergine.

Chiesa di S. Agostino

Fondata dagli Agostiniani nel 1316. Distrutta da un incendio nel 1562, fu rifatta successivamente altre due volte. Vi si trovano un crocifìsso legneo del del secolo XV, degli interessanti pannelli plastici ed un quadro ad olio di scuola napoletana (XVIII) intitolato Transito di S. Giuseppe.

Chiesa di S. Agata

La sua costruzione risale al 1288. Della parte antica rimangono il portale del secolo XIII ed il fianco destro con finestra gotica.

Il Teatro Romano

Costruito con tutta probabilità nel I sec. dopo Cristo di esso rimangono soltanto i ruderi.

Chiesa di S. Maria della Civitella

Edificata da Beato Roberto da Salle nel 1294 e rifatta nel 1677 accanto ad un monastero di monaci celestini che oggi è divenuto Convitto Femminile della Beata Vergine del Carmino con l'Istituto pareggiato diretto dalle Orsoline. Tra le opere in essa contenute figurano: un grande pannello della volta in cui è raffigurata la Caduta di Lucifero del pittore Donato Teodoro di Chieti (XVI), un affresco del sec. XVI rappresen tante la Vergine col Bambino tra S. Pier Celestino e S. Antonio di Padova y il portale gotico in pietra (1321) di Nicola Mancini.

Pontificio Seminario regionale

Edifìcio fatto costruire nel 1912 da Pio X.

La Chiesa della Mater Domini

Contenente una scultura a bassorilievo in pietra rappresentante la Mater Domini, una statua lignea della Madonna delle Grazie (XV).

La Cisterna Romana

Una grande costruzione del I sec. dopo Cristo. Quasi certamente era destinata ad alimentare le «Terme sottostanti venute recentemente in luce.

Chiesa del Tricalle

Del 1317, riedificata e trasformata nel XV sec. e poi ancora nel 1879.

Chiesa di tricalle in Chieti

Autore: Andrea Pilotti