Maiella

Maiella

Nel cuore degli abitanti dell'Abruzzo, c'è posto soltanto per la Maiella, la montagna madre. Quello degli abruzzesi è un rapporto filiale con la loro montagna. Perché la conoscono tutti piuttosto bene, perché la rispettano, alcuni addirittura la venerano. Tutti la amano ma la temono: è una montagna insidiosa, difficile, a volte ingannatrice, con le sue lunghe giogaie che si stendono verso le tre province di Chieti ¤ L'Aquila e Pescara; con le sue coste ora ripide e rocciose, ora di fine rena.

Maiella

Una montagna fredda e ingannatrice sin dalle più basse pendici oppure calda e assolata, verde e boscosa o brulla e triste. Bastano a volte poche centinaia di metri per mutare completamente panorama. Molti misteri circondano la Maiella e naturalmente ne alimentano la leggenda: quanti banditi si sono qui nascosti e quanti fuggiaschi hanno trovato protezione e cibo nelle sue grotte e con la sua fauna? La storia antica ricorda Spartaco e i suoi gladiatori, in fuga dalle legioni di Pompeo.

Maiella

La storia più vicina a noi ricorda epiche gesta di pochi coraggiosi: gli uomini della brigata Maiella che nella seconda guerra mondiale si batterono e morirono per la libertà della loro terra, della loro montagna, della loro nazione. Tanti misteri, si diceva. Il primo, ancora tutto da risolvere, riguarda proprio il nome. Perché si chiama così? Qualche ipotesi risalendo nella storia.

Maiella

C'è chi sostiene l'origine divina del nome: da Maia, la madre del dio alato Mercurio. L'idea, però, non piace a chi ricorda che in qualche periodo storico la montagna fu chiamata anche, o esclusivamente, Nicate dalle parole greche nican (vincere) ed aete (vento) o da nicator (vincitore). C'è chi sostiene, in alternativa, che Maiella derivi dalla contrazione delle parole latine maior mons, da cui Magella e quindi Maiella. Difficile, però, da condividere, per il semplice fatto che la Maiella non è il maggior monte d'Abruzzo, sia pure per soli 117 metri (tanta è la differenza tra l'altezza del Corno Grande del Gran Sasso, alto 2912 metri e il monte Amaro, la vetta più alta della Maiella con i suoi 2795 metri).

Maiella

Autore:

Itinerari Turistici Abruzzo

Campo Imperatore ¤ Castello di Beffi ¤ Castello di Ortucchio ¤ Escursioni a cavallo ¤ Escursioni in mountain bike ¤ Faraone Vecchio ¤ Farchie di Fara ¤ Fauna ¤ Feudo Intramonti ¤ Feudo Ugni ¤ Gole del Salinello ¤ Gran Sasso ¤ Grotta a Male ¤ Grotte di Stiffe ¤ Guerriero di Capestrano ¤ Maiella ¤ Necropoli di Campovalano ¤ Calanchi ¤ Parco Nazionale d'Abruzzo ¤ Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga ¤ Parco Nazionale della Majella ¤ Parco del Sirente Velino ¤ Perdonanza ¤ Pupazza d'Abruzzo ¤ Repubblica di Senarica ¤ Santuario di San Gabriele ¤ Serpari di Cocullo ¤ Sci di fondo ¤ Sciare in Abruzzo ¤ Tavola dei briganti ¤ Trabocchi ¤ Valle del Fino ¤ Valle dell'Orta ¤ Valle Giumentina ¤ Valle del Tordino ¤ Valle Vibrata ¤ Valle Vomano ¤ Zompo lo Schioppo